NEWS
Atlovir / FAQ / 5 hosting che vi consiglio
4581X3064.JPEG

5 hosting che vi consiglio

La scelta dell’hosting è tutt’altro che da prendere sotto gamba. Come le fondamenta di una casa, l’hosting rappresenta la pietra su cui andrete a costruire la vostra chies…ehm il vostro sito web. Scegliere un buon hosting è fondamentale. Ma non è tutto. Un buon hosting non è sufficiente. Quello che conta è anche scegliere l’hosting giusto per voi. Estono infatti piani condivisi, VPS, cloud e dedicati. Ma quale di questi fa per voi? 2 volte su 3 mi capita di avere a che fare con shared hosting – piani condivisi – quindi oggi parlerò solamente dei 5 hosting condivisi che consiglio a chiunque sia alle prime armi o che non necessiti di chissà quali risorse o tecnologie lato server per sviluppare il proprio progetto.

1. A2 Hosting

È il più costoso di tutti i 4 ma è anche – forse – il più performante. Durante il 1° acquisto avrete uno sconto del 50% quindi approfittatene per registrare l’hosting per 3 anni, che è la durata massima del contratto, per ottenere il risparmio massimo. A2 Hosting è un ottimo hosting che guarda alle performance quindi se avete budget prendetelo seriamente in considerazione. Anche se – forse – c’è di meglio ed a minor prezzo in Italia: VHosting Solution che vedremo più avanti.

2. FastNom

Fra i più economici in assoluto. Con 20€ +IVA portate a casa hosting e dominio. Ma anche con meno se non avete necessità particolari. Tendenzialmente sconsiglio soluzioni così low cost ma se non avete grandi aspettative nè budget potrebbe essere una buona soluzione. Personalmente, ma non ditelo in giro, lo uso – come gli altri 4 – per hostare PBN.

3. Netsons

È l’hosting su cui gira questo sito web. Fra tutti i low cost è il 2° migliore che abbia mai provato. Ed è Italiano! Hanno piani standard per chi non vuole spendere più di 20-30€ ma anche soluzioni con SSD per chi può spingersi verso i 50€. Per me i piani standard, chiamiamoli così, sono più che sufficienti se non dovete costruire eCommerce né siti web particolarmente complessi o con molto traffico.

4. Tophost

Come FastNom è uno dei più economici in assoluto. Portate a casa soluzioni su cui girano HTML e CSS a poco più di 5€ l’anno. Ovviamente il low cost si paga e con Tophost questo si traduce in assistenza di pessimo livello che risponde in ere geologiche nonché velocità di caricamento imbarazzanti. A me piace però. Se devo testarci dei progetti non è male. Poi se va tutto bene mi sposto, altrimenti li tengo vivi su Tophost a costi davvero irrisori.

5. VHosting Solution

Il miglior hosting del mondo per me. Davvero. Sullo shared hosting e l’hosting per WordPress io trovo in VHosting Solutions il partner migliore. DC in Italia, assistenza italiana, LiteSpeed sulle soluzioni per WordPress e prezzi davvero competitivi me lo fanno scegliere fra tutti. Lo uso stabilmente da sempre e ci hosto – quasi – tutti i siti web dei clienti. Con 20-30€ portate a casa shared hosting con un minimo di performance mentre verso i 50 trovate soluzioni con LiteSpeed che non offre praticamente nessuno. E tutti i siti web che ho costruito con LiteSpeed – anche se su shared hosting – possono essere portati sotto il secondo in quanto a velocità di caricamento. Ovviamente si può fare anche con altri hosting ma con LiteSpeed potrete concedervi meno compromessi.

About Luca Spinelli

SEO & webmaster di Lissone. Aiuto le PMI ad emergere su Google e da fine Luglio 2019 gestisco Atlovir. In questo blog curo le interviste di chi fa impresa in Lombardia e la sezione FAQ.

ARTICOLI CORRELATI

P.IVA. 3 step da seguire per farsi pagare quando il cliente non vuole mollare il grano.

Se si svolge un’attività professionale a favore di soggetti titolari di Partita IVA, non è …

Come farsi pagare con un decreto ingiuntivo quando il cliente non paga. Ecco costi e tempistiche per ottenerlo.

Il cliente non paga un debito? Non resta che ricorrere ad un decreto ingiuntivo, ossia …