NEWS
Atlovir / PMI / Italia / 5 caratteristiche per un concessionario ed un’autofficina BMW.
5 caratteristiche che dovrebbero avere un concessionario ed un'autofficina BMW.

5 caratteristiche per un concessionario ed un’autofficina BMW.

Guidare un’automobile per molti italiani è una vera e propria passione e proprio per questo motivo molto spesso si cerca di acquistare i modelli più competitivi sul mercato e che offrono le migliori prestazioni. Oggi le vetture più appetibili da guidare sono sicuramente quelle dei marchi più prestigiosi e tra questi sicuramente BMW occupa una posizione di tutto rispetto. Entrare all’interno di una concessionaria BMW per ammirare i modelli in esposizione e magari prenotare un test drive su qualche modello di interesse è sempre un momento denso di emozioni. In questo spazio, infatti, oltre a trovare una serie di veicoli di indiscussa qualità, si troverà anche personale cortese e competente che sarà pronto a fornire qualsiasi chiarimento sull’offerta commerciale nonché tutte le informazioni di cui si necessita. Inoltre, le concessionarie BMW dispongono anche di una apposita officina dove poter effettuare sia la riparazione ordinaria che quella di danni più ingenti in modo da rendere nuovamente efficiente il veicolo. Ma quali sono le caratteristiche che dovrebbe possedere un concessionario e officina BMW Milano? Scopriamolo di seguito.

Le caratteristiche di una concessionaria BMW

L’apertura di una concessionaria auto rappresenta un ottimo investimento per cercare di ottenere dei buoni guadagni grazie alla vendita di automobili; ciò è ancora più vero se si decide di affiliarsi a uno dei maggiori brand presenti sul mercato come BMW. L’affiliazione a questo marchio però richiede un notevole impegno da parte dell’affiliato e in ogni caso la presenza di determinati requisiti. Partiamo subito con l’esame degli stessi.

Il capitale investito

Innanzitutto chi intende affiliarsi a BMW deve indicare chiaramente qual è il budget che ha a disposizione per effettuare questo investimento. Sia BMW che qualsiasi altra casa automobilistica non riterranno valido un progetto dove l’investimento che sarà effettuato sia di dimensioni (e valore) limitato in quanto sono necessari dei capitali considerevoli per poter effettuare l’allestimento di una concessionaria, e di un’officina, che riesca a soddisfare i requisiti richiesti.

Il locale dove sarà allestita la concessionaria

Immediatamente dopo l’azienda automobilistica richiede determinati requisiti per quanto riguarda il locale dove prenderà avvio l’attività commerciale. Innanzitutto è necessario sapere se questo locale è di proprietà dell’affiliato o se, viceversa, lo prenderà in affitto in quanto in quest’ultimo caso è necessario che sia presenta un contratto di affitto con il proprietario per un periodo non inferiore ai 4 anni; oltre al requisito della proprietà è necessario anche che questo locale abbia un determinato dimensionamento, per due ordini di motivi:

  • innanzitutto perché il brand potrebbe richiedere una determinata superficie al fine di poter mettere in esposizione un numero abbastanza elevato di vetture
  • in secondo luogo poiché accanto alla concessionaria molto spesso è presente anche un’officina meccanica che deve essere correttamente dimensionata per poter lavorare in condizioni agevoli e in totale sicurezza

La preparazione del personale

BMW è indubbiamente un marchio leader nel mercato delle automobili ed è quasi assurdo che possa concedere la partnership in modo semplice e senza che ci siano delle regole stringenti. Una di queste riguarda la preparazione e la formazione che il personale deve avere prima di poter iniziare l’attività: sotto questo punto di vista è obbligatoria la partecipazione a corsi di formazione, sia sulla storia del brand e sui suoi valori fondanti, sia sui vari prodotti che vengono proposti e sulla politica commerciale che viene adottata. Solo in questo modo la casa automobilistica tedesca potrà avere la certezza di avere una rete di vendita e di assistenza che sia completamente in linea con la propria filosofia e che sia allo stesso tempo in grado di soddisfare in modo completo le necessità della clientela.

Il rispetto della burocrazia e le necessità di personale

L’apertura di una concessionaria BMW come di qualsiasi altro marchio richiede inoltre che siano effettuati tutti gli adempimenti necessari per poter avviare l’attività, nel rispetto dei diversi vincoli di natura amministrativa, fiscale e contabile richiesti dalla normativa vigente. Per essere certi di ottemperare in pieno a tutti questi vincoli è consigliabile mettere in conto che sarà necessario dotarsi di una serie di figure professionali che si occuperanno specificamente di tutti gli aspetti relativi alla contabilità e al fisco, come ad esempio ragionieri e contabili. Per la parte relativa all’assistenza che sarà fornita in officina è importante anche dotarsi di meccanici che siano dotati di una buona esperienza nella riparazione di vetture BMW.

Mettersi in regola con le norme di sicurezza

Infine, l’apertura di un concessionario BMW richiede che siano poste in essere tutte le azioni necessarie per rispettare in maniera pedissequa le norme di sicurezza ed effettuare la richiesta all’ASL per ottenere la licenza sanitaria ed antinfortunistica necessaria per avviare l’attività. Infine la pratica per l’apertura della concessionaria BMW deve essere completata con l’invio al comune delle planimetrie relative al locale dove viene esercitata di fatto l’attività e con la comunicazione dei dati alla Camera di Commercio, all’INPS e all’INAIL.

About Luca Spinelli

SEO & webmaster di Lissone. Aiuto le PMI ad emergere su Google e da fine Luglio 2019 gestisco Atlovir. In questo blog curo le interviste di chi fa impresa in Lombardia e la sezione FAQ.